La mia prima strategia in opzioni

Oggi voglio raccontarvi una storia.

Una storia strappa lacrime. Una strappa storia lacrime. O meglio, una lacrime storia strappa.

Mettetevi comodi.


Era una notte buia e tempestosa dell'autunno del 2015 e stavo ragionando come battere il mercato. Le opzioni mi sembravano una cosa buona e giusta.

  • In teoria non si perde mai perché basta aggiustare e agire in tempo.

  • Puoi guadagnare in diversi modi: di Delta, di Theta e addirittura di Vega.

  • Margini medio bassi per profitti potenzialmente enormi.

Una goduria.


In quel periodo, in particolare, cercavo un modo per guadagnare dal passare del tempo e sfruttare il bias long su S&P 500.

Dopo svariati tentennamenti ho pensato alla strategia della vita: il ladder.

Per chi non lo sapesse, il ladder è sta roba qua:



Ed era proprio così che volevo costruirlo.

Spiego.


Il ladder è composto come vedete da uno spread di call costruito vicinissimo al prezzo corrente e da 1 o 2 put vendute a una certa distanza (quanto distante? Boh, distante).


Questo tipo di strategia ha il pregio di guadagnare in 2 situazioni di mercato su tre, ovvero se il sottostante rimane fermo o balla di poco e se il sottostante sale.


Inoltre aveva le caratteristiche che cercavo in termini di theta e di gestione.

A dirla tutta il meglio del meglio sarebbe aprire con vola alta, in modo da avere il premio delle vendute bello gonfio; a quel tempo non ci ho pensato.

Nella teoria, una strategia simile, nasce per essere toccata il meno possibile e per guadagnare al semplice passare del tempo.

Altro dettaglio importante: la linea verde che si vede nel grafico payoff è la segnalazione delle 2 deviazioni standard, ovvero il punto oltre il quale sarebbe stato difficile (o quanto meno poco probabile) scendere. In teoria le probabilità che il prezzo scenda oltre la seconda deviazione standard è inferiore al 5%. Allora la pensavo così...


Il premio massimo erano circa 2200 dollari.


Nella realtà è successo che ho aperto la strategia live il giorno poco prima di un brusco crollo dell'S&P 500.

O almeno così mi sembrava. E' sceso dell'1,5% circa (se non ricordo male) e mi sembrava fosse crollato il mondo.

Mi è bastato un giorno per cadere nel panico. Nella mia testa avevo un piano B (grazie alle guide di PlayOption), ad esempio di comprare la put nello strike in mezzo alle 2 put vendute.



E' una mossa che non ho mai fatto. Mi piangeva il cuore a vedere il premio scendere così tanto, se non sbaglio arrivavo a circa 3-400 dollari. Non doveva andare così.


Ho passato 2 giorni interi a caricare sui grafici milioni di indicatori, a spuliciarmi in tempo reale (ogni dannato minuto!) gli skewness per cercare di capire il trend in atto, a cercare notizie che mi potessero dare sollievo.

In realtà il piano B non c'era neanche mentalmente. A quel tempo non avevo in testa il concetto di stop, di perdita o di limitazione del danno.

Io pensavo che si dovesse fare trading prevedendo il mercato e, in sostanza, incrociando le dita.

Dopo 2 giorni infernali ho semplicemente chiuso tutto andando perdita di 5-600 dollari (vado a memoria eh).


Morale: facevo schifo.


Seconda morale: il ladder rimane uno dei modi più intelligenti in assoluto per affrontare i mercati con forte bias long. E' un dato di fatto.


Difetti:

  • marginazione alta dovuta alle vendute;

  • non me ne vengono in mente altri.


Pregi:

  • lavoro intelligente sul theta;

  • guadagno su 2 possibilità su 3;

  • possibilità di lavorare anche sulla vola entrando solo con i premi sopra la media;

  • richiesti pochi tocchiacciamenti e magheggi.


Chiederò al Sergione nazionale di fare un articolo su come limitare i danni una volta aperta la posizione se ES dovesse scendere con violenza.

Il mio parere da bravo sistematico e scarsissimo opzionista è: chemmefrega, chiudo in perdita e arrivederci. Anche solo uno stop di 1500$ è molto più che accettabile.


Al momento non apriamo posizioni simili perché ci tappano il conto IB in modo assurdo (le marginazioni su IB sono pesantissime) ma nel mio mondo ideale aprirei 1 ladder ogni 2 mesi a scadenza > 40/50gg e buonanotte ai suonatori.


Fatemi sapere cosa ne pensate della strategia e che soluzioni adottereste.





0 visualizzazioni

© 2019 by Francesco Buzzi | info@buztrading.com

  • Black Icon YouTube
  • Black Icon Instagram
  • Black Twitter Icon
  • Black Facebook Icon

P.IVA 10908790966  - Cod. Fiscale BZZFNC90L23F205C

Complete details for Facebook’s legal terms are are available at: https://www.facebook.com/legal/terms

All Facebook policies are available at: https://www.facebook.com/policies/

This site is not part of the Facebook website or Facebook Inc. Additionally, this site is NOT endorsed by Facebook in any way. FACEBOOK is a trademark of FACEBOOK, Inc.

DISCLAIMER

Il trading espone a rischi sostanziali di perdite, anche di tutto il capitale. Non si dovrebbe mai investire del capitale che non ci si può permettere di perdere. Le performance passate non sono indicative di performance future.

Il materiale presente non può essere inteso come una sollecitazione all’investimento di qualsiasi tipo. Tutto il materiale fornito da BuzTrading è originale e con la presente si accetta di farne un uso esclusivamente personale e di non divulgarlo.