Trading low-cost (parte 1)

Parte oggi una mini-serie dedicata al trading low-cost, ma prima di iniziare voglio fare una premessa importante:

definiamo bene cosa intendo con low-cost.


Il trading sistematico ha una soglia d'accesso più alta del discrezionale perché servono strumenti (piattaforme, dati storici, vps) oggettivamente più costosi. Per questo non consiglio di approcciare il sistematico a chi dispone meno di qualche migliaio di dollari per il trading.

Lo strumento che più si presta a chi ha pochi capitali è il Forex. Il mondo dei future (quello che preferisco) è sicuramente più "costoso". Ma, e qui viene il bello, è possibile riuscire a tradare future senza per forza avere montagne di capitale, basta sapere come.


Sono qui per questo.


In primo luogo è importane capire quali future si possono tradare con capitali ridotti, quindi bisogna trovare i future più leggeri.

Iniziamo capendo cosa intendo con future "leggeri". E' importante capire di quanto un future mediamente si muove durante la giornata, o per dirla in modo diverso: quanti soldi sposta giornalmente. Questa misura restituisce il peso di un future.


Oggi parliamo di CACAO (@cc).


Come vediamo dal grafico il future sul Cacao si muove mediamente di circa 500-600 dollari al giorno, veramente pochi. Facciamo il paragone con 2 dei future più conosciuti, S&P500 e CRUDE OIL. S&P500:


CRUDE OIL:


Si muovo entrambi di circa 1500 dollari al giorno, 3 volte tanto il Cacao.


Una volta che sappiamo di quanto si muove normalmente possiamo capire anche qual è uno stop che potrebbe adattarsi bene allo strumento. Se ve lo state chiedendo... E' proprio così, prima si ragiona sullo strumento e solo dopo su come mettere lo stop (che va sempre messo). E' il mio modo di lavorare e di moltissimi trader sistematici: è più semplice e profittevole adattarsi alla natura di uno strumento.


Uno stop adeguato per il cacao va da 250 dollari a 1000 dollari, a grandi linee. Prendendo una media ragionevole, diciamo 500 dollari, possiamo capire quanto capitale ci potrebbe servire per tradare il Cacao, facendo un semplice calcolo:

Worst Case Scenario -> 500 dollari

Rischio che decido di assumere nella mia operatività -> 2% sul capitale (non consiglio di alzare questa soglia)

Il capitale minimo richiesto è 25000 dollari, perché il 2% di 25000 è 500. Capito il ragionamento?


Se ve lo state chiedendo... Sì, 25000 dollari per tradare i future sono pochi.


Domani continuamo il discorso approcciando il Cacao per tirarne fuori un trading system utilizzabile live (e non è così scontato come sembra...)


Spero che il tema interessi.

Ricordatevi di scrivermi per qualsiasi informazione, dubbio, domanda, perplessità, curiosità, qualsiasi cosa.

Potete scrivere qua nei commenti, via email, dal sito, su facebook, su instagram, su youtube, ovunque.

0 visualizzazioni

© 2019 by Francesco Buzzi | info@buztrading.com

  • Black Icon YouTube
  • Black Icon Instagram
  • Black Twitter Icon
  • Black Facebook Icon

P.IVA 10908790966  - Cod. Fiscale BZZFNC90L23F205C

Complete details for Facebook’s legal terms are are available at: https://www.facebook.com/legal/terms

All Facebook policies are available at: https://www.facebook.com/policies/

This site is not part of the Facebook website or Facebook Inc. Additionally, this site is NOT endorsed by Facebook in any way. FACEBOOK is a trademark of FACEBOOK, Inc.

DISCLAIMER

Il trading espone a rischi sostanziali di perdite, anche di tutto il capitale. Non si dovrebbe mai investire del capitale che non ci si può permettere di perdere. Le performance passate non sono indicative di performance future.

Il materiale presente non può essere inteso come una sollecitazione all’investimento di qualsiasi tipo. Tutto il materiale fornito da BuzTrading è originale e con la presente si accetta di farne un uso esclusivamente personale e di non divulgarlo.